SegrateToday

Scultura, pittura e ceramica: i corsi dell'Accademia di Brera "si trasferiscono" in cascina

Firmato l'accordo di concessione di Cascina Ovi (a Segrate) per nove anni

In Cascina Ovi

Una cascina del Trecento, alle porte di Milano, sarà "casa" dell'Accademia di Brera, almeno per i prossimi nove anni. La consegna delle chiavi martedì 24 settembre con Livia Pomodoro, presidente dell'Accademia, e Paolo Micheli, sindaco di Segrate. Con loro il direttore dell'Accademia Giovanni Iovane e l'assessore alla cultura di Segrate Gianluca Poldi.

E' Cascina Ovi la sede scelta dall'Accademia per i corsi di scultura, pittura e ceramica. Corsi che si terranno in un'ala della cascina rimasta sfitta fin dalla ristrutturazione dell'intero complesso nel quartiere Lavanderie (sul proseguimento di via Rombon, da Milano). Dopo alcuni mesi di trattative si è concretizzato l'accordo e ora gli spazi sono stati consegnati all'Accademia. Che li terrà per nove anni, anche se l'amministrazione segratese spera che questa concessione diventi permanente.

«Oggi, al di là di una collaborazione, nasce una famiglia. E' una scelta coraggiosa per l'Accademia e, per noi, un'opportunità straordinaria che si svilupperà in un luogo di bellezza e che vedrà nascere bellezza ed eccellenza», ha commentato il sindaco Paolo Micheli. «Disseminiamo l'arte al di fuori dei palazzi, facciamo uscire la cultura dalla dimensione elitaria e diffondiamo la conoscenza per creare una grande famiglia appassionata di conoscenza e cultura», le parole di Livia Pomodoro, presidente dell'Accademia.

Scalo Farini

Non appena saranno terminate alcune opere necessarie per la didattica, potranno trasferirsi i docenti e gli studenti. L'obiettivo è fare tutto entro l'inizio del secondo semestre di corsi. Nel corso del 2018 si era parlato a lungo dell'ipotesi di trasferire tutta l'Accademia (che soffre per la mancanza di spazi nella sede storica di via Brera, condivisa con la Pinacoteca) allo Scalo Farini, una volta che questo sarà rigenerato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento