SegrateToday

Bomba nel cantiere del mega mall di Segrate, arrivano gli artificieri: tutte le strade chiuse

L'ordigno della seconda guerra mondiale verrà fatto brillare nella mattinata di martedì

Immagine repertorio

Verrà fatto brillare nella mattinata di martedì 3 marzo l'ordigno della seconda guerra mondiale trovato nei giorni scorsi all'interno del cantiere del centro commerciale Westfield di Segrate.

L'intervento del decimo reggimento Guastatori di Cremona è previsto per le 9.30 e il primo cittadino, Paolo Micheli, ha firmato un'ordinanza con tutte le misure di sicurezza necessarie per disinnescare l'ordigno, un proiettile incendiario.

Per permettere l'operazione verrano chiuse al traffico le vie Schifano, Giotto e Martiri di Cefalonia. Non solo: verranno sospese tutte le attività all'interno di un raggio di sicurezza di 100 metri e verrà ordinata l'evacuazione di persone e animali fino al termine delle operazioni di disinnesco che, come si legge nell'ordinanza, dovrebbero concludersi entro le 13.

Il punto in cui si trova l'ordigno

bomba-centro-westfield

Foto - Il punto in cui si trova la bomba, immagine del comune di Segrate

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ordigno della seconda guerra mondiale nel cantiere del Westfield: il precedente

Non è la prima volta che gli operai che stanno lavorando per la costruzione del mall alle porte di Milano si imbattono in un ordigno della seconda guerra mondiale. A ottobre 2019, sempre i militari del decimo reggimento genio guastatori di Cremona, avevano fatto brillare una bomba all'interno del cantiere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quando si azzerano i contagi a Milano e in Lombardia: le prime previsioni

  • Coronavirus, quando finisce quarantena? "Le misure saranno allungate oltre 3 aprile"

  • Coronavirus: contagi in calo in Lombardia, ma 458 morti in un giorno. A Milano 3.560 positivi

  • Coronavirus, morto barista milanese di 34 anni: lascia un bimbo di 1 anno

  • Coronavirus, per la Regione "dati confortanti" ma la crescita dei contagi (e dei morti) è senza fine

  • Violente risse nella notte: uomo trovato con avambraccio squarciato

Torna su
MilanoToday è in caricamento